Animal farm di George Orwell è un classico che non ha bisogno di molte presentazioni.

Un testo i cui personaggi sono gli animali di una fattoria, tanto da essere stato interpretato, alla sua prima pubblicazione, una favola per bambini.
Ma si sa che l’opera è molto di più di una fiaba: un inno contro ogni forma di prepotenza che, camuffata da democrazia, si trasforma lentamente e subdolamente in dittatura.
Mercoledì 26 ottobre 2022, 129 studenti delle classi quinte della nostra Scuola, hanno assistito all’adattamento per il teatro del romanzo di Orwell.
Insieme a tanti altri studenti provenienti da altre scuole .
Il Dipartimento di inglese ha accolto la proposta da parte de IL PALKETTO Stage, che da anni propone spettacoli di prosa o musical rigorosamente in lingua originale, agli studenti delle scuole secondarie.
Lo spettacolo è stato in lingua inglese, allestito (e portato in molti teatri italiani) da una compagnia londinese. Questo ovviamente è stato il grande valore aggiunto dell’iniziativa.
Una interessante esperienza, dunque, che ha visto la fusione di varie competenze e conoscenze: in primis, seguire per circa due ore attori che recitano in inglese, ha richiesto un alto livello di attenzione e la messa in campo delle abilità di comprensione orale dei nostri ragazzi; un ottimo esercizio sotto il profilo puramente linguistico.
In secondo luogo, il racconto snocciolato dalla piece non ha lasciato indifferenti gli studenti; le loro conoscenze storiche (la rivoluzione russa e/o l’ascesa del nazismo) hanno facilitato l’apprezzamento dei temi nascosti (ma non troppo) tra le pieghe dell’opera.
Infine, l’accattivante messa in scena : come siamo abituati oggi, gli eventi narrati da Orwell sono stati riarrangiati come se fossero fatti veri, con reporter di guerra e breaking news di telegiornali.
L’autore e la sua opera saranno trattati e approfonditi nei programmi di inglese di tutte le classi quinte e l’aver VISTO si trasformerà in occasione più motivante di studio.
Quanto ai temi trattati nell’opera, potranno essere ottima occasione di approfondimento nei percorsi di Educazione Civica avviando riflessioni su temi cari all’Agenda 2030 in particolare gli obiettivi 4 (necessità e difesa di una istruzione di qualità che rende liberi e consapevoli) e 16: (Pace, Giustizia e Istituzioni “giuste”).
Il Dipartimento di inglese ringrazia i ragazzi per la loro partecipazione seria e attenta e per il loro comportamento corretto ed educato, aspetti mai scontati